CONFCOMMERCIO FVG – CORONAVIRUS, IN FVG CRISI DA 2,2 MILIARDI PER IL TERZIARIO

A rischio dalle sei alle novemila imprese regionali e 23mila posti di lavoro. La stima è di Confcommercio Fvg sulla base dell’indagine Format Research
In un Friuli Venezia Giulia in cui si contano oltre 77mila imprese extra agricole, di cui il 66% appartenenti a commercio, turismo e servizi, la crisi economica da coronavirus e del conseguente “lockdown” mette a rischio il 9% del valore aggiunto del terziario per il 2020, vale a dire 2 miliardi e 200 milioni di euro.
Sono a rischio in regione circa 23mila posti di lavoro nel comparto e potrebbero andare in fumo tra le 6mila e le 9 mila imprese del commercio, della ristorazione, della ricezione turistica, dei servizi alle imprese, dei servizi alla persona, della logistica. La stima è di Confcommercio Fvg sulla base dell’indagine curata da Format Research.
"Sono numeri impressionanti", commenta il presidente regionale Giovanni Da Pozzo. "Per poterli evitare è necessario intervenire immediatamente sui fronti della liquidità e della pressione fiscale. Servono finanziamenti a fondo perduto e una sospensione della tassazione locale, una strada su cui si sta muovendo la Regione, ma che vede invece il governo procedere troppo lentamente. Fondamentale inoltre anticipare – sottolinea Da Pozzo con i presidenti di Confcommercio Gorizia Gianluca Madriz, di Confcommercio Pordenone Alberto Marchiori e di Confcommercio Trieste Antonio Paoletti –, naturalmente in sicurezza, le riaperture previste nella fase due: ogni giorno che passa significa l’aggravarsi della crisi per numerose imprese con ricavi congelati da quasi due mesi".
"Il grido d’allarme di queste ultime settimane trova ora conferma nelle stime dell’Osservatorio di Confcommercio", dichiara l’assessore regionale alle Attività produttive Sergio Bini. "La Regione è intervenuta da subito con un ddl specifico di provvedimenti per contenere i danni dell’emergenza e con vari altri provvedimenti mirati a tutelare impresa e occupazione. Con la nuova misura in fase di preparazione facciamo un ulteriore sforzo verso quelle categorie che nel nostro tessuto economico stanno patendo le maggiori conseguenze della crisi".
Nell’illustrare l’indagine con focus il Covid-19, il direttore scientifico di Format Research Pierluigi Ascani evidenzia come l’emergenza in atto abbia provocato in Fvg "un crollo di fiducia verticale nell’andamento dell’economia in generale da parte degli operatori del terziario (peggiorato per il 90% circa) e nell’andamento della propria attività economica (peggiorato per l’80% delle imprese). L’unico settore di attività economica che continua a reggere è quello della distribuzione al dettaglio alimentare, mentre tutti gli altri settori fanno registrare risultati così negativi da risultare fuori scala”.
MAGGIORI INFO
OCC FVG

 

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com