ASSINTEL - PREVEDE UN CALO DI FATTURATO DEL 60% PER LE AZIENDE ICT

Azzeramento delle tasse fiscali, previdenziali e degli anticipi fino a dicembre 2020, sostenendo in particolar modo le aziende delle regioni più colpite; portare a credito di imposta gli affitti da febbraio 2020 sino al termine del lockdown per tutte le aziende di ogni settore, comprese quelle operative in Smart Working. Sono alcune delle richieste di Assintel, l'Associazione nazionale delle imprese Ict di Confcommercio, al governo per una 'terapia d'urto' contro l'emergenza coronavirus.
Assintel rileva infatti che nel primo trimestre il settore cerca di contenere la crisi, anche se il 47% di aziende dichiara diminuzioni significative di fatturato (oltre il 10%). Nell'arco dell'anno le previsioni diventano però preoccupanti: il 60% delle imprese stima un calo di fatturato dal 10 al 50%, il 17% di loro un tracollo oltre il 50%. "La richiesta al Governo è di agire in tempi rapidissimi, perché le aziende italiane sono come un paziente in agonia e se non verranno prese decisioni importanti in tempi brevissimi potrebbero non riaprire", si legge in una nota in cui si chiede anche di potenziare la connettività infrastrutturale, "anche nelle zone marginali del territorio, per abilitare la digitalizzazione".

 

© Copyright Format Research S.r.l. - All rights reserved - P. IVA e C.F. 04268451004
Cap. Soc. € 25.850,00 I.V.
N.Reg. Imprese 747042. C.C.I.A.A. Roma
N° iscrizione ROC: 28204
Via Ugo Balzani, 77 - 00162 Rome (Italy)
Via Sebastiano Caboto, 22/A – 33170 Pordenone (Italy)
Tel +39 06 86.32.86.81
Fax +39 06 86.38.49.96.a
info@formatresearch.com